bottone-prenotazione

ORTODONZIA

Ogni caso ortodontico è unico e quindi è importante valutare sin dalla prima visita la situazione generale in modo da poter valutare le possibili evoluzioni e di conseguenza ragionare sulle possibili soluzioni.

Il nostro obiettivo è quello di far ottenere al paziente il miglior risultato sfruttando tecniche all’avanguardia, personale altamente qualificato e materiali di alta qualità.

L’ortognatodonzia o ortodonzia è una disciplina medica che ha per oggetto lo studio dello sviluppo della faccia, dei mascellari e dei denti, l’analisi delle anomalie di tale sviluppo e la correzione di tali anomalie al fine di migliorare l’armonia della faccia e delle arcate dentarie nel contesto di una funzionalità equilibrata e corretta.

E’ opinione diffusa che si debba ricorrere all’ortodonzista solo per risolvere un problema estetico come ad esempio denti eccessivamente protrusi o retrusi, disallineamento delle arcate dentarie, labbra sporgenti in relazione alla situazione della dentatura.

Viceversa è importante eseguire una terapia ortodontica in tutti i casi il cui funzionamento del sistema masticatorio risulti compromesso, con conseguenti ripercussioni negative a carico di tutte le componenti del sistema e cioè:

  • DENTI ristagno di placca con conseguente aumento di incidenza della carie, abrasioni e usura precoce;
  • PARADONTO gengiviti, perdita di tessuto osseo con conseguente instabilità dei denti;
  • ARTICOLAZIONE TENDINEA o MANDIBOLARE (ATM) rumori durante l’apertura o la chiusura della bocca, dolori, limitazione nei movimenti mandibolari;
  • COLI affaticamento durante la masticazione, dolori facciali, cefalee di tipo muscolotensivo, alterazioni dell’equilibrio fra muscolatura masticatoria e muscoli cervico-dorsali con possibili alterazioni nello sviluppo della colonna vertebrale nei giovani pazienti in fase di crescita e dolori cervico-dorso-lombari più frequenti nell’adulto.

OrtodonziaOvviamente un’accurata visita preliminare deve valutare la situazione clinica del paziente e la possibilità di eseguire una terapia ortodontica.

L’età del paziente non pregiudica la possibilità di eseguire un trattamento ortodontico: sia i bambini che gli adulti possono essere trattati con la sola differenza che nei bimbi possono essere contrastati, almeno in parte, anche quei difetti di crescita delle ossa facciali (ad esempio un’eccessiva prominenza della mandibola e del mento) che nel paziente adulto, oramai a crescita completata, non possono essere corretti se non ricorrendo al trattamento combinato ortodontico-chirurgico.

I meccanismi biologici che sono alla base degli spostamenti dentari sono invece attivi sia nell’età infantile che nell’età adulta.